Portafoglio modello: niente più fai da te

Il portafoglio modello ti permette di inserire il pilota automatico nei tuoi investimenti e di abbandonare il rischioso "fai da te"

Seguire un portafoglio modello rappresenta uno dei più grandi aiuti per qualsiasi persona che si affaccia ai mercati finanziari permettendoti di inserire il “pilota automatico” ai tuoi investimenti di lungo termine.

Ma cosa s’intende per portafoglio modello? Perché è così importante?

Seguimi, andiamo a scoprirlo insieme!

Gestione attiva vs gestione passiva

All’interno della costruzione del tuo portafoglio modello, sarai costretto a scegliere anche la tipologia di gestione che vorrai “subire” nel tuo percorso da investitore.

La gestione attiva si caratterizza per il fatto che il Portfolio Manager che gestisce il fondo cercherà di generare un extra-rendimento rispetto al benchmark di rifermento, con la conseguenza di effettuare numerose operazioni durante la vita del fondo.

La gestione passiva, al contrario, si caratterizza per il fatto che il Portfolio Manager persegue l’unico obiettivo di replicare il più fedelmente possibile il benchmark di riferimento.

Quest’ultima tipologia di gestione è racchiusa nei cosiddetti ETF.

Ad esempio, un ETF relativo all’S&P 500 avrà come obiettivo quello di replicare quanto più possibile l’andamento dell’indice americano, che rappresenta il suo benchmark.

Scegliere tra un fondo attivo o passivo dipende da te, a seconda del tipo di investitore che sei!

Certo è che, Benjamin Graham, padre del Value Investing e mentore di Warren Buffet, avrebbe definito gli EFT come lo strumento perfetto per l’investitore “difensivo” per permettergli di inserire il pilota automatico per il proprio portafoglio.

Cos’è il portafoglio modello?

Per portafoglio modello s’intende un paniere di titoli, fondi, o ETF, dove, all’interno di esso, ogni asset class ha un peso specifico in portafoglio e tale percentuale deve essere mantenuta.

Esso è uno strumento alquanto utile se il tuo obiettivo è quello di effettuare un investimento a medio/lungo termine, da un minimo di 3 anni ma solitamente su orizzonti temporali che superano i 10 anni.

Non dovrai più pensare al “fai da te” che spesso provoca gravi perdite di capitale e potrai anche fare a meno delle pesanti commissioni bancarie che deteriorano i tuoi rendimenti.

Un portafoglio modello può essere formato da ogni tipo di asset class:

  • azioni:
    • di paesi sviluppati;
    • di paesi emergenti;
    • settoriali
  • obbligazioni:
    • a breve ed a lungo termine;
    • titoli di Stato o societari;
    • legate all’inflazione;
  • materie prime;
  • criptovalute;
  • real estate;
  • liquidità.

A seconda del portafoglio modello che desideri scegliere per i tuoi investimenti, ognuna di queste asset class avrà quindi un preciso peso sul totale.

Perché scrivo “che desideri scegliere”?

Perché la scelta del giusto portafoglio modello è basata sulle tue caratteristiche personali.

I portafogli modello, a seconda della loro tipologia, ti permettono di proteggere, incrementare e guadagnare rendite passive dai tuoi investimenti.

Infatti, esistono portafogli con diversi gradi di rischio che dovrebbero essere associati al tuo profilo di investitore.

Ad esempio, se non ti senti emotivamente e psicologicamente pronto a subire gli effetti della volatilità del mercato nel breve termine, fai sicuramente parte degli investitore cosiddetti “avversi al rischio”.

Al contrario se non ti curi degli effetti emotivi della volatilità potresti far parte dei cosiddetti investitori “propensi al rischio”.

Ad ognuna di queste due macro classi vanno abbinate poi altre caratteristiche, come ad esempio la disponibilità di investire ingenti capitali o capitali più esigui.

Oppure quella legata alla tua personalità, per esempio se ti ritieni un persona molto “green” allora titoli con un rating ESG molto alto fanno per te.

Esempi di portafoglio modello

Nel corso degli anni sono nati molteplici tipologie di strutture di portafoglio che oggi fungono da modello.

Essi sostanzialmente nascono come mix tra dati storici e aspettative future, ma soprattutto sono caratterizzati dalla propria adattabilità a diversi scenari macroeconomici e, chiaramente, dalla propria capacità di generare utili.

Alcuni esempi di tale strumento sono:

  • portafoglio 60-40;
  • portafoglio All Weather;
  • Golden Butterfly;
  • 7twelve;
  • Permanent Portfolio;
  • e.. tanti altri!

Vediamo insieme i più famosi nonché più replicati.

Portafoglio 60/40

Il grande classico, il portafoglio 60-40 è uno dei portafogli più semplici e basilari da costruire.

Esso si compone per un 60% di azioni ed un 40% di obbligazioni. Come puoi vedere, il peso specifico in portafoglio delle azioni è molto importante, con conseguente necessità di ribilanciamento frequente.

portafoglio modello 60-40

Il grafico mostra l’andamento di un Piano di Accumulo (PAC) in un portafoglio modello 60-40, dove vengono investiti 100$ ogni 2 settimane nelle asset class scelte.

In soli 10 anni partendo da zero il portafoglio ha totalizzato 35.000$ con soli 24.000$ investiti.

Portafoglio All Weather

Un altro esempio è il portafoglio All Weather, ideato da Ray Dalio e Bridgewater Associates.

Esso si basa sull’assunto che la stragrande maggioranze dei portafogli istituzionali offrono un rendimento troppo basso rispetto al rischio che sopportano, esponendo il benessere dei portafogli stessi agli alti e bassi del mercato azionario globale.

In particolare egli suggerisce di suddividere il rischio tra i vari asset secondo una logica di risk parity in relazione a quattro diversi contesti economici permettendo ai vari asset di equilibrare il portafoglio.

portafoglio modello All weather
https://www.bridgewater.com/

In questo modo, l’investitore non si deve preoccupare di quale scenario economico debba affrontare!

Chiaramente, poiché il mercato evolve nel tempo e la composizione delle varie asset class cambierà nel corso dei mesi, ogni portafoglio modello richiedere un ribilanciamento.

Esso va effettuato nel momento in cui una asset class diviene troppo grande rispetto al peso specifico target.

In generale, va effettuato in un periodo che va dal quadrimestre al semestre, o addirittura una volta all’anno se i mercati sono particolarmente stabili.

Scegli il tuo portafoglio modello!

Questa modalità di investimento offre moltiplici vantaggi, che potrai usufruire fin da subito se dovessi scegli questa strada.

  • indipendenza: il fornitore della strategia crea il portafoglio autonomamente senza essere influenzato da fattori esterni come le banche;
  • autonomia: l’investitore può seguire le indicazioni del portafoglio pur integrandole con la propria esperienza e la propria visione;
  • semplicità: il portafoglio è semplice non solo da costruire ma anche da mantenere nel tempo.

Se hai dei dubbi riguardo alla strategia migliore da seguire per poter raggiungere i tuoi obiettivi, il team di Athena SCF è altamente qualificato per scegliere la soluzione migliore al tuo caso!

A breve saranno disponibili i nostri portafogli modello che ti aiuteranno ad inserire il “pilota automatico” nei tuoi investimenti così da abbandonare una volta per tutte il “fai da te”.

Se non l’hai ancora fatto, contattaci qui e ti aiuteremo nella scelta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

consulenza finanziaria indipendente Athena SCF
consulenza finanziaria indipendente Athena SCF