Obiezioni clienti

Qui troverai informazioni utili su Athena SCF e sulla consulenza finanziaria indipendente. 

Abbiamo predisposto questa pagina con le classiche obiezioni che si pone un cliente quando si approccia per la prima volta al mondo della consulenza finanziaria indipendente.

Scegliere il giusto consulente finanziario, ed affidarsi ad un consulente finanziario indipendente (se non lo si è mai fatto prima) sono scelte oggettivamente difficili ed importanti.

Siamo sicuri che anche tu, avrai dubbi e obiezioni su di noi e/o sulla consulenza finanziaria indipendente. 

Abbiamo creato questa pagina per chiarire ogni tuo dubbio, per rispondere ad ogni tua obiezione ed aiutarti nel tuo processo decisionale.

A fine pagina puoi trovare anche la visura di Athena SCF ed altri documenti utili.

Ti ricordiamo inoltre che per qualsiasi dubbio/obiezione puoi contattarci tramite il nostro numero verde 800.410.999 oppure tramite l’indirizzo email info@athenaconsulenza.it

Obiezione 1: Perché non conosco e non ho mai sentito parlare della professione del consulente finanziario indipendente? da quanto esiste? e come si è sviluppata in Italia?

La professione del consulente finanziario indipendente è una professione del tutto nuova per il panorama Italiano.

Infatti la nostra professione esiste legalmente dal 1° dicembre 2018.

In tale data è divenuto operativo l’Albo Unico dei Consulenti Finanziari, in cui è stata prevista la sezione del consulente finanziario autonomo (CFA, ossia il consulente finanziario autonomo).

Negli Stati Uniti d’America invece la nostra professione esiste già dagli anni ’70 (Negli anni ’70 nacquero i primi consulenti finanziari fee only in USA).

Ad oggi negli USA la consulenza finanziaria indipendente è ormai sdoganata ed è quella che va per la maggiore. È la normalità.

In Italia invece la consulenza che va per la maggiore ad oggi è quella presso banche e consulenti in conflitto di interessi (Il tutto a danno dei risparmiatori/investitori). Solo recentemente in Italia si sta sviluppando la consulenza finanziaria indipendente.

Affidarsi ad un consulente finanziario indipendente è un trend in rapida crescita, ma va ammesso che siamo ancora agli albori. 

Tieni presente che i consulenti finanziari indipendenti sono ad oggi meno dell’1% di tutti i consulenti finanziari in Italia.

Se vuoi sapere di più sul nostro mondo puoi scaricare gratuitamente il nostro ebook sulla consulenza finanziaria indipendente da questo link (clicca qui).

Il trend negativo dei consulenti finanziari in conflitto di interesse. Nota i numeri, sono ancora tantissimi.
Il trend positivo dei consulenti indipendenti. Nota i numeri, siamo ancora in pochissimi.

Obiezione 2: Perché tendo a non fidarmi di banche e consulenti finanziari (indipendenti o meno)?

Perché nel 99% dei casi i consulenti finanziari si occupano di vendita e non di consulenza. 

Purtroppo è sempre stato così in Italia. Il tutto ai danni di ignari risparmiatori ed investitori.

Con altissima probabilità hai già avuto fregature da parte di consulenti finanziari, o ad ogni modo non ti sei trovato bene con banche e consulenti finanziari.

In realtà è anche logico, non hai ricevuto una consulenza, ma ti è stato venduto qualche strumento finanziario non efficiente e ad alto costo.

Bada bene non vi è nulla di male nella vendita, tutti noi vendiamo qualcosa dopo tutto. 

Vendere fa parte della nostra società. 

Un vecchio adagio afferma “se non vendi un prodotto od un servizio stai vendendo te stesso”.

Ma se vendi un prodotto/servizio nocivo al tuo cliente, allora c’è qualcosa che non va.

Gli Italiani giustamente, dopo anni di “soprusi finanziari”, si sono stufati di questi comportamenti scorretti, e fanno benissimo a nostro avviso a non vedere di buon occhio i consulenti finanziari. 

Ne hanno tutto il diritto.

Purtroppo molte volte, banche e consulenti vendono strumenti finanziari non efficienti ed estremamente costosi (questo avviene nel migliore dei casi). 

Purtroppo a volte (per fortuna non nella maggioranza dei casi) quello che è costretto a vendere un consulente in conflitto per arrivare al budget imposto dall’alto è qualcosa di molto vicino alla truffa. 

Non possiamo parlare di truffa, è vero, perché è legale. Però la linea che divide in questo caso la vendita di uno strumento spazzatura dalla truffa, è davvero molto sottile.

Per anni quindi una categoria di consulenti, insieme a banche e case di gestione, (non vogliamo dare la colpa solo a loro, la colpa è anche una scarsa educazione finanziaria degli italiani) hanno piazzato strumenti finanziari costosi ed inefficienti, dove ogni minimo rendimento (nel migliore dei casi) è risucchiato dai costi. 

Quindi gli italiani hanno tutto il diritto di avere una scarsa stima dei consulenti.

Non vogliamo farti cambiare idea su questo, sarebbe impossibile. Vogliamo però informarti che c’è un alternativa a tutto questo. L’alternativa è la consulenza finanziaria indipendente.

Speriamo un giorno questa situazione possa migliorare grazie:

– ad un graduale miglioramento dell’alfabetizzazione finanziaria

– ad una maggiore presenza di consulenti finanziari indipendenti

Educazione finanziaria in Italia, rispetto ad altri stati.

Obiezione 3: Devo affidarvi in gestione il mio capitale? Ossia vi devo inviare i miei soldi per investire?

Assolutamente no, ci occupiamo di consulenza finanziaria non di gestione di capitali.

Sono due cose ben diverse.

I tuoi soldi rimarranno sempre in tuo possesso e potrai investirli dalla banca che preferisci.

Athena SCF e il consulente finanziario indipendente non gestiranno direttamente il capitale ma ti forniranno raccomandazioni di investimento (consigli di investimento) e indicazioni operative. 

Spetta te poi decidere se metterle in atto o meno (è un tuo diritto decidere se seguire o meno i nostri consigli).

Il capitale quindi rimarrà sempre nelle tue mani e non avverrà mai un trasferimento di denaro ad Athena SCF e/o a suoi consulenti finanziari indipendenti.

Athena SCF e/o i suoi consulenti finanziari indipendenti non avranno mai accesso ai tuoi conti corrente, broker e/o dossier titoli e non entreranno mai in possesso delle credenziali per accedere ai conti. 

Obiezione 4: Perché quasi tutte le società di consulenza finanziaria indipendente non possiedono dipendenti? Perché non hanno grandi fatturati? Perché hanno poco capitale sociale?

(Premessa: Nel nostro settore si ragiona tramite copertura assicurativa non tramite bilancio o indicatori di bilancio. Athena SCF possiede una copertura assicurativa.)

Per 3 motivi:

  • Come specificato in precedenza la nostra professione è del tutto nuova, non esistono ancora società di consulenza finanziaria indipendente di grandi dimensioni.
  • Siamo società di consulenza, non ci occupiamo di gestione di capitale o attività bancaria. Forniamo consigli di investimento, il tuo capitale è sempre in tuo possesso. Non deteniamo in nessun caso il tuo capitale.
  • Le società di consulenza finanziaria possiedono per legge un assicurazione che copre eventuali i danni apportati al cliente (assicurazione che copre 1.000.000-5.000.000€ danni derivanti da negligenza professionale)
 
 
Per quanto riguarda i dipendenti: le società di consulenza finanziaria indipendente sono degli studi di consulenza dove si riuniscono consulenti finanziari indipendenti. Nel nostro settore è prassi lavorare a partita iva. Ogni consulente finanziario e/o collaboratore è a partita iva, ed è la normalità nel nostro settore. 
 
Per quanto riguarda il fatturato ed il capitale sociale: benché sicuramente scegliere una società di consulenza finanziaria o consulente finanziario per quanto gli stessi siano strutturati può aiutarti a sentirti sicuro/a mentalmente, non dovresti lasciarti condizionare da questo, tutte le società di consulenza finanziaria  possiedono per legge un assicurazione che copre i danni derivanti da negligenza professionale. E’ tale assicurazione che copre eventuali problemi con il cliente. Non è possibile nel nostro settore coprire danni tramite attivi in bilancio.

L’unico danno che un consulente finanziario può apportare ad un cliente è tramite negligenza professionale. 

 

Per legge tutte le società di consulenza finanziaria sono tenute a rispettare il requisito patrimoniale.

“Requisiti patrimoniali: è necessaria la sottoscrizione di un’assicurazione a copertura della responsabilità civile per i danni derivanti da negligenza professionale, che operi per tutto il periodo dell’iscrizione e che assicuri una copertura di almeno 1.000.000 di euro per ciascuna richiesta di indennizzo e di 5.000.000 di euro all’anno per l’importo totale delle richieste di indennizzo.”

Athena SCF ovviamente possiede tale assicurazione.

Obiezione 5: Da cliente come faccio a scegliere il giusto consulente finanziario?

Scegliere il giusto consulente finanziario è oggettivamente difficile, impegnativo e al tempo stesso estremamente importante.

Abbiamo pensato a lungo su come rispondere a questa domanda. 

Filippo Angeloni, rappresentante legale di Athena SCF ha creato un webinar gratuito dalla durata di 2 ore e mezzo per aiutarti a comprendere quale è il giusto processo decisionale.

Puoi visionare il contenuto del webinar registrandoti da questa pagina (clicca qui).

I contenuti del Webinar ed il processo decisionale sono stati ideati da Filippo Angeloni che ha cercato di mettersi nei panni del cliente. 

Siamo consapevoli che due ore e mezzo di contenuti siano impegnative, però è anche vero che non dovresti prendere a cuor leggero la scelta del consulente finanziario, a cui affidare la “gestione” dei tuoi risparmi, tramite consigli di investimento.

Stiamo parlando dei tuoi risparmi, questa scelta è realmente importante.

N.B. Come avrai modo di vedere se parteciperai al webinar, i contenuti dello stesso sono del tutto imparziali. Non vendiamo nostri servizi e non consigliamo di scegliere i nostri consulenti. Ti indichiamo solo il giusto processo decisionale per arrivare a scegliere il giusto consulente, così da poter effettuare una scelta consapevole ed informata.

Obiezione 6: Perché da cliente dovrei pagare la parcella in anticipo?

La parcella relativa al servizio di consulenza finanziaria indipendente viene pagata in anticipo per diversi motivi:

  • segno di impegno da parte del cliente che dimostra la propria intenzione di procedere con il servizio, il cliente assicura al consulente che è interessato e disposto a collaborare seriamente;
  • permette al consulente di pianificare meglio il proprio lavoro e a garantire che abbia le risorse necessarie per dedicarsi alla consulenza;
  • copre lo sforzo iniziale del consulente garantendo che non lavori a vuoto senza una compensazione adeguata;
  • funge da prenotazione, riservando il tempo e l’attenzione del consulente per il cliente che ha effettuato il pagamento;
  • mitiga il rischio di non essere pagati alla fine del servizio fornendo al consulente una certa sicurezza finanziaria.

 

Il pagamento anticipato della parcella è uno standard del nostro settore (consulenti finanziari indipendenti). Lavorando con persone economicamente agiate, pagare anticipatamente la parcella non è un problema, se non di fiducia. Siamo dell’idea che nel rapporto di consulenza in materia di investimenti la fiducia è la base per costruire e mantenere un rapporto.

Obiezione 7: Come viene remunerata l'attività del consulente finanziario indipendente?

Il consulente finanziario indipendente viene remunerato direttamente (ed esclusivamente) dal cliente tramite parcella.

Il sistema di remunerazione chiamato fee-only consiste nel ricevere un compenso dal cliente come un avvocato o un commercialista e così come loro, il consulente finanziario emette una parcella per i compensi professionali.

La parcella viene preventivata anticipatamente alla stipula del servizio e tale importo sarà l’unico costo a carico del cliente e a favore del consulente fino alla conclusione del servizio.

La parcella di Athena SCF è chiara e trasparente in ogni pagina relativa ai nostri servizi, non ci sono costi nascosti.

Puoi trovare ulteriori approfondimenti sulle possibili modalità di pagamento della parcella del consulente finanziario indipendente qui.

Obiezione 8: Come guadagna il consulente finanziario indipendente?

Un consulente Finanziario indipendente (chiamato anche consulente “Fee Only” o consulente autonomo), viene remunerato solo ed esclusivamente tramite parcella, come qualsiasi altro professionista, come avviene ad esempio nel caso di pagamento ad un avvocato, notaio oppure ad un dottore. 

La parcella viene decisa preventivamente e un bravo consulente ti farà avere un preventivo di tutti i servizi che offre.

Al contrario, un consulente finanziario fuori sede (il promotore finanziario in conflitto di interessi) che lavora per banche e/o mandanti, riceverà retrocessioni dai prodotti sui quali ti farà investire. I costi non saranno mai chiari in questo caso.

Puoi trovare ulteriori informazioni su quanto costa il consulente finanziario indipendente e quanto/come guadagna qui.

Obiezione 9: E' necessario cambiare banca per investire?

No, il cliente può continuare ad operare con la propria banca, e può scegliere in totale autonomia la banca (oppure il broker) con cui investire.

Il consulente finanziario indipendente di Athena SCF proporrà solo delle valide alternative in termini di banche/broker per investire, per ottenere un risparmio ulteriore sui costi di negoziazione e per avere un ampio ventaglio di strumenti finanziari su cui investire.

La scelta però della banca/broker dipenderà sempre ed esclusivamente dal cliente.

Obiezione 10: Posso ricevere supporto operativo? o mi abbandonerete a me stesso/a?

Il cliente riceverà certamente il supporto operativo per ogni attività di investimento. Il supporto operativo è sempre compreso in caso di consulenza finanziaria personalizzata (continuativa) e pacchetto di consulenze.

Obiezione 11: Come posso verificare che Athena SCF ed i suoi consulenti siano in possesso della necessaria abilitazione per operare?

Per operare come consulente finanziario indipendente bisogna essere iscritti presso l’apposito albo unico dei consulenti finanziari.

Tale albo è diviso in 3 sezioni:

  • società di consulenza finanziaria
  • consulenti finanziari autonomi (CFA, consulenti finanziari autonomi)
  • consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede.

 

L’ultima figura (consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede) non è da confondere con quella dei CFA in quanto i consulenti fuori sede lavorano presso una banca o un intermediario/mandante e quindi non sono indipendenti.

Il cliente potrà verificare l’autorevolezza della società di consulenza finanziaria e dei consulenti finanziari autonomi dal sito ufficiale dell’OCF, l’Organismo di vigilanza e tenuta dell’albo unico dei Consulenti Finanziari selezionando accuratamente le apposite sezioni di qui specificato prima.

A questo link è possibile verificare l’iscrizione all’albo delle società di consulenza finanziaria (SCF) e dei consulenti finanziari autonomi (CFA).

 Di seguito la procedura per verificare l’iscrizione di Athena SCF:

Di seguito la procedura per verificare l’iscrizione dei CFA di Athena SCF:

La stessa verifica, cambiando cognome e nome nei campi di ricerca, può essere effettuata su Davide Pasetto, Michele Masiero, Diego Lancetti e su qualsiasi futuro consulente di Athena SCF.

Obiezione 12: C’è l’obbligo di riservatezza?

Certamente, il consulente finanziario indipendente e la società di consulenza finanziaria devono per leggere mantenere l’obbligo di riservatezza nei confronti dei clienti secondo il regolamento dei consulenti finanziari adottato dalla Consob con delibera n. 17130 del 12 gennaio 2010 al titolo IV capo I articolo 12 comma 2:

I consulenti finanziari sono tenuti a mantenere la riservatezza sulle informazioni acquisite dai clienti o dai potenziali clienti o di cui comunque dispongano in ragione della propria attività, salvo che nei casi previsti dall’articolo 18-bis, comma 6, lettere e) ed f), del Testo Unico ed in ogni altro caso in cui l’ordinamento ne consenta o ne imponga la rivelazione. E’ comunque vietato l’uso delle suddette informazioni per interessi diversi da quelli strettamente professionali”.

Tutte le informazioni ottenute in consulenza rimangono quindi in consulenza. A meno di richieste informative esplicite da parte di autorità come Consob e OCF.

Qualsiasi informazione sul tuo patrimonio, non verrà quindi divulgata in nessun modo al pubblico e/o terzi soggetti (come ad esempio tuoi conoscenti, familiari e/o amici.)

Obiezione 13: Perché scegliere un consulente finanziario indipendente e non un robo advisor?

La consulenza finanziaria personalizza al contrario dei robo advisor come Moneyfarm o Tinaba non è focalizzata solo sulla componente finanziaria ma è rivolta ad un servizio di pianificazione finanziaria a 360° che comprende anche gli aspetti assicurativi, previdenziali, successori, di gestione finanziaria (risparmio) e nel nostro caso anche la componente criptovalute.

I robo advisor hanno dei costi competitivi se confrontati con la parcella del consulente finanziario indipendente.

Moneyfarm ha un costo annuo iva esclusa del 0,75% sul controvalore investito su un patrimonio fino a 200.000€, riducibile fino ad uno 0,40% sopra 500.000€.

Tinaba ha un costo annuo iva esclusa del 0,70% sul controvalore investito su un patrimonio fino a 200.000€ riducibile fino ad uno 0,40% sopra 1.000.000€.

Una consulenza finanziaria personalizzata ha un costo medio che si aggira sull’1% del controvalore dato in gestione (non necessariamente investito).

La differenza di costi sta nel fatto che i robo advisor non erogano un servizio personalizzato ma utilizzano dei portafogli modello per investire il capitale dei clienti di fatto quindi il servizio è standardizzato e non è fatto su misura del cliente. Il servizio si limita ad investire il capitale affidato in gestione patrimoniale. Mentre come spiegato in precedenza nella parcella pagata al consulente finanziario indipendente sono compresi tutti i servizi correlati che consentono una pianificazione finanziaria completa e fatta su misura delle esigenze del cliente.

Obiezione 14: Perché Athena SCF non accetta di essere retribuita tramite una commissione di performance, in base alla performance di portafoglio del cliente?

Benchè legalmente e burocraticamente possibile, Athena SCF ha scelto di non lavorare con tale retribuzione, né come unica tipologia di retribuzione né come ulteriore metodologia di retribuzione oltre la parcella fissa.

A nostro avviso, la commissione di performance genera un potenziale conflitto di interesse. Conflitto che potrebbe andare a ledere gli interessi del cliente a favore del consulente finanziario indipendente oppure a favore della SCF.

Esempio: In caso di retribuzione a performance, Il consulente finanziario indipendente (o SCF) potrebbe essere portato, tramite incentivi della performance fee, a far rischiare il cliente più del dovuto. Il rischio sostenuto potrebbe andare facilmente oltre la tolleranza al rischio del cliente, andando ad inficiare anche l’orizzonte temporale di investimento adatto al cliente. Così facendo se va bene il consulente finanziario guadagna (e molto), se va male, va male principalmente al cliente. Il cliente in questo caso perderebbe facilmente di più rispetto ad investimenti adeguati al suo profilo.

Obiezione 15: Ancora non mi fido al 100%, prima di stipulare un contratto annuale di consulenza è possibile conoscersi in altri modi?

Assolutamente si, puoi venire a trovarci nella nostra sede aziendale a Perugia, in via della valtiera 75, per conoscerci di persona. Ti chiediamo solo la cortesia di prenotare un’appuntamento tramite il form che puoi trovare qui.

E’ altresì possibile iniziare ad instaurare un rapporto con tipologie consulenziali meno onerose in termini di tempo e di denaro.

Il modo più semplice per entrare in contatto con noi è tramite l’analisi della tua situazione finanziaria, oppure tramite una call gratuita di 15 minuti selezionando un consulente finanziario da qui.

Obiezione 16: Da chi traete le fonti? avete un team? posso stare sereno/a?

Si abbiamo un nostro Ufficio Studi ed utilizziamo i migliori software in circolazione per la scelta di ogni strumento finanziario da inserire in portafoglio.

Ci avvaliamo di consulenti esperti in ogni area della pianificazione patrimoniale.

Abbiamo consulenti esperti (interni ed esterni) non solo in investimenti ma anche in ogni area della pianificazione patrimoniale:

  • previdenziale
  • assicurativa
  • immobiliare (aste immobiliari)
  • successoria

Obiezione 17: Come posso comunicare al mio consulente finanziario attuale che non voglio più essere seguito da lui senza rovinare il rapporto? (amicizia, rapporto di parentela ecc...)

Comunicare al tuo consulente finanziario attuale che desideri interrompere la collaborazione professionale, mantenendo un buon rapporto personale, richiede delicatezza e tatto. 

Spesso in Italia ci si affida ad un consulente finanziario perchè è un nostro amico di infanzia oppure un parente. Spesso con il passare del tempo si instaura un rapporto di amicizia tra cliente e consulente. 

E’ del tutto normale avere paura di rovinare un rapporto di amicizia storico o che si è instaurato nel tempo andando a terminare un rapporto di consulenza. Per questo è necessario comunicare la cessazione del rapporto con tatto e delicatezza.

Ecco alcuni suggerimenti su come procedere:

  1. Scegli il Momento e il Luogo Adatto: Organizza un incontro faccia a faccia in un ambiente neutrale e tranquillo. Questo dimostra rispetto e serietà.

  2. Prepara la Conversazione: Prima dell’incontro, rifletti sulle ragioni per cui desideri cambiare consulente. Sii chiaro sulle tue motivazioni, ma evita di incolpare o criticare personalmente il consulente.

  3. Esprimi Gratitudine: Inizia la conversazione ringraziando il consulente per il lavoro svolto e l’assistenza fornita fino a quel momento.

  4. Sii Onesto ma Gentile: Spiega le tue ragioni in modo onesto ma rispettoso. Ad esempio, potresti desiderare un diverso approccio di investimento o avere esigenze che ritieni possano essere meglio soddisfatte da qualcun altro.

  5. Enfatizza gli Aspetti Personali Positivi: Sottolinea che la tua decisione riguarda esclusivamente la relazione professionale e non influisce sul rapporto personale o di amicizia.

  6. Ascolta la Sua Reazione: Dopo aver espresso i tuoi motivi, ascolta attentamente la risposta del consulente. È importante mostrare rispetto per i suoi sentimenti e punti di vista.

  7. Offri Transizione Graduale: Se appropriato, proponi una transizione graduale verso il nuovo consulente. Questo può aiutare a mantenere la professionalità e ridurre eventuali disagi.

  8. Mantieni la Professionalità: Anche dopo l’incontro, mantieni un atteggiamento professionale in tutte le comunicazioni. Ciò aiuterà a preservare il rispetto reciproco.

  9. Rispetta la Privacy: Dopo la transizione, evita di discutere dettagli specifici del tuo rapporto con il consulente precedente con altri, in particolare se condividi un circolo sociale o familiare con lui.

Ricorda che è normale cambiare consulente finanziario in base alle proprie esigenze e obiettivi. Approccia la situazione con empatia e rispetto per mantenere un rapporto personale positivo.

Obiezione 18: Cosa aspettarmi dal mio consulente attuale, quando gli comunicherò che voglio passare alla consulenza indipendente?

Il consulente ovviamente non si darà per vinto ma proverà a farti cambiare idea e desistere dal tuo intento. 

Solitamente il consulente:

  • ti offrirà di più da parte sua (chiediti però perché prima della comunicazione di interruzione del rapporto, non c’è stato questo servizio aggiuntivo)
  • ti offrirà la possibilità di investire in ETF, aggiungendo però gli ETF in una gestione patrimoniale con altri costi. (Rifiuta ad occhi chiusi in questo caso)
  • ti offrirà la possibilità di investire in ETF, tramite consulenza a parcella. (Rifiuta, non è una vera consulenza indipendente anche se lui ti dirà il contrario. Tieni presente che vi è sempre un rapporto di diversa natura con banche/mandanti/emittenti)
  • ti offrirà la possibilità di investire in parte in ETF. (Rifiuta)
  • andrà a screditare gli ETF (il nostro consiglio qui è di studiare e formarti, non di crederci sulla parola)
  • andrà a screditare i consulenti finanziari indipendenti (il nostro consiglio qui è di studiare e formarti, non di crederci sulla parola)

Obiezione 19: Non voglio occuparmi di nulla, voglio delegare totalmente l'operatività dei miei investimenti come avviene in banca. Le banche su questo punto sono migliori dei consulenti finanziari indipendenti.

Con Athena SCF puoi scegliere se operare esattamente come avviene in banca. 

Se quindi preferisci delegare totalmente e non doverti occupare di nulla, neanche delle operazioni di acquisto o vendita, sarà Athena SCF ad occuparsi di tutto, proprio come avviene in banca.

Obiezione 20: Come posso convincere i miei genitori ad investire con Athena SCF?

A questo link troverai informazioni approfondite per convincere i genitori ad investire nel migliore dei modi.

Volendo puoi diventare il soggetto delegato dei tuoi genitori. In sostanza i tuoi genitori delegheranno a te il rapporto di consulenza con Athena SCF, e se vorrai anche l’operatività d’investimento. 

Documenti utili

Visura Athena SCF

Puoi scaricare e/o visionare la visura a questo link.

Iscrizione albo

Ti invitiamo a controllare l’effettiva iscrizione a questo link. (inserisci Athena SCF nella barra di ricerca)

Iscrizione ACF (Arbitro controversie finanziarie)

Ti invitiamo a controllare l’effettiva iscrizione a questo link. (inserisci Athena SCF nella barra di ricerca)

Iscrizione AssoSCF

athena scf assoscf

Ti invitiamo a controllare l’effettiva iscrizione a questo link. (inserisci Athena SCF nella barra di ricerca)

Sede Aziendale Athena SCF

Via della valtiera 75, Perugia, Umbria, 06135

Autore Investing.com

Premio Citywire: Miglior Consulente finanziario centro Italia (Davide Pasetto)

Puoi verificare a questo link (Premio Citywire)

Pronto a parlare con il tuo nuovo consulente?

consulenza finanziaria indipendente Athena SCF