Eurizon Azioni Internazionali Opinioni: conviene?

Analisi e opinioni sul fondo Eurizon Azioni Internazionali: costi di gestione del 1,86% e rendimento sottoperformante, come venderlo?
Tempo di lettura: 6 minuti

In questo articolo andremo ad analizzare il fondo comune di investimento a gestione attiva Eurizon Azioni Internazionali (IT0001080446) gestito da Eurizon Capital SGR, appartenente al gruppo Intesa Sanpaolo.

Se stai leggendo queste righe probabilmente investi con Intesa Sanpaolo che è consona ad allocare prodotti di investimento gestiti da Eurizon tramite i suoi promotori bancari.

Eurizon Capital SGR infatti è una società di gestione del risparmio che fa parte del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Eurizon rappresenta il braccio operativo del gruppo per quanto riguarda la gestione patrimoniale e gli investimenti.

Se stai investendo nell’Eurizon Azioni Internazionali o se ti hanno proposto di investire in questo prodotto stai bene attento e continua a leggere.

Ti fornirò un analisi oggettiva del fondo a gestione attiva analizzando tutte le sue caratteristiche.

Inoltre andrò a confrontare il fondo con il suo benchmark per capire se effettivamente la gestione attiva è efficiente.

Eurizon Azioni Internazionali: caratteristiche

eurizon azioni internazionali

Eurizon Azioni Internazionali è un fondo comune di investimento a gestione attiva che si concentra su azioni internazionali, con l’obiettivo di offrire una crescita del capitale nel lungo termine attraverso investimenti in azioni di grandi aziende a livello globale.

Investe principalmente in azioni di aziende internazionali a capitalizzazione medio/elevata, denominate principalmente in euro, dollari USA, yen e sterline.

Il fondo è gestito attivamente con riferimento al benchmark seguente:

  • 95% MSCI World in euro
  • 5% Bloomberg Euro Treasury Bill

L’obiettivo del fondo è quello di conseguire una crescita significativa del capitale investito cercando di battere il benchmark di riferimento.

Le caratteristiche rilevanti del fondo sono le seguenti:

  • categoria: azionario internazionale
  • data di lancio: 5 maggio 1997
  • dimensione del fondo: 2406 milioni di euro
  • politica di distribuzione dei proventi: accumulazione
  • profilo di rischio: 4 su 7
  • periodo di detenzione raccomandato: 5 anni

Eurizon Azioni Internazionali: costi

Il problema dei fondi comuni di investimento sono i costi.

Eurizon Azioni Internazionali essendo un fondo a gestione attiva ha costi piuttosto elevati:

  • costi di ingresso: 1,5%
  • costi di uscita: non previsti
  • commissioni di gestione: 1,86% del valore dell’investimento all’anno (di cui provvigione di gestione 1,80%). Si tratta di una stima basata sui costi del Fondo
  • costi di transazione: 0,21% del valore dell’investimento all’anno. Si tratta di una stima dei costi sostenuti per l’acquisto e la vendita degli investimenti sottostanti per il prodotto. L’importo effettivo varierà a seconda dell’importo che viene acquistato e venduto
  • commissioni di performance: 20% della differenza maturata nell’anno solare tra l’incremento percentuale del valore della quota e l’incremento percentuale del valore del seguente parametro di riferimento (benchmark)

L’incidenza annuale dei costi è la seguente:

  • in caso di uscita dopo 1 anno: 3,8% 
  • in caso di uscita dopo 5 anni (periodo di detenzione raccomandato): 2,6%

Come riportato nel KID:

“Ad esempio, se l’uscita avviene alla fine del periodo di detenzione raccomandato, si prevede che il rendimento medio annuo sarà pari al 10,7% prima dei costi e al 8,1% al netto dei costi”.

Eurizon Azioni Internazionali: portafoglio

Il fondo di Eurizon investe principalmente in azioni per circa un 95%.

Il paese più rappresentativo sono gli Stati Uniti con un 67,2% e il settore con l’esposizione maggiore è quello dell’information technology con un 24,3%.

La distribuzione geografica è la seguente:

La distribuzione settoriale è la seguente:

Le 10 principali posizioni in portafoglio sono le seguenti:

Eurizon Azioni Internazionali vs iShares MSCI World

Siamo giunti al momento del confronto.

Valuteremo il fondo a gestione attiva Eurizon Azioni Internazionali con il fondo a gestione passiva iShares MSCI World (IE00B4L5Y983).

L’ETF MSCI World replica l’indice MSCI World che è il benchmark di riferimento del fondo Eurizon.

Le caratteristiche rilevanti dell’ETF sono le seguenti:

  • categoria: azionario internazionale
  • data di lancio: 25 settembre 2009
  • dimensione del fondo: 72.129 milioni di euro
  • politica di distribuzione dei proventi: accumulazione
  • profilo di rischio: 4 su 7
  • periodo di detenzione raccomandato: 5 anni

I costi relativi all’ETF sono:

  • costi di ingresso: non previsti
  • costi di uscita: non previsti
  • commissioni di gestione: 0,20% del valore del vostro investimento all’anno.
  • costi di transazione:0,00% del valore del vostro investimento all’anno. Questa è una stima dei costi sostenuti per l’acquisto e la vendita degli investimenti sottostanti in relazione al prodotto. L’importo effettivo varia a seconda dell’entità dell’investimento acquistato e venduto.
  • commissioni di performance: non previsti

Se le caratteristiche tra i due prodotti sono le medesime, così non è per i costi.

La gestione passiva dell’ETF implica costi molto inferiori rispetto alla gestione attiva, si passa infatti da un 0,20% ad un 1,86%.

Il costo è quindi 9-10 inferiore.

Inoltre l’ETF non prevede costi di ingresso, costi di transazione e costi di performance.

Passiamo ora a valutare la correlazione e la performance per capire se la gestione attiva è almeno efficiente visto i suoi costi molto elevati.

La correlazione tra i due fondi è ovviamente molto alta e pari a:

  • 0,976 a 5 anni
  • 0,969 a 3 anni
  • 0,939 a 1 anno

Se confrontiamo le performance a 10 anni dei due fondi la conclusione è la seguente:

eurizon azioni internazionale

La linea rossa mostra la performance dell’ETF iShares MSCI World mentre la linea blu mostra la performance del fondo Eurizon Azioni Internazionali.

La differenza di rendimento è palese: 210% per l’ETF e 162% per il fondo negli ultimi 10 anni dal 2014 al 2024, circa 50 punti di differenza.

Anche se abbassiamo l’orizzonte temporale la differenza non cambia.

In ordine la comparazione grafica a 5 anni, a 3 anni e a 1 anno.

Eurizon Azioni Internazionali sottoperforma il benchmark di riferimento su tutti gli orizzonti temporali presi in considerazione infatti non riesce ad ottenere lo stesso rendimento dell’ETF che replica lo stesso indice dovendo sopportare anche un costo maggiore.

Opinione Finale

Ora darò la mia opinione finale sul fondo Eurizon Azioni Internazionali.

Le considerazioni da fare sono principalmente due e riguardano la validità della gestione e la valutazione dei costi.

L’obiettivo dei fondi comuni di investimento a gestione attiva è quello di battere il proprio benchmark e ottenere un extra rendimento rispetto ad esso.

Per la gestione attiva infatti i gestori dei fondi si fanno pagare dei costi di gestione elevati e altre commissioni, come i costi di ingresso.

Parte di questi costi viene retrocessa a chi vende il prodotto e alla casa di gestione generando un forte conflitto di interesse.

Il promotore bancario di Intesa Sanpaolo sarà quindi incentivato a vendere questi prodotti piuttosto di altri perché ottiene una retrocessione maggiore.

Nel nostro caso non ha senso pagare un prodotto di più se ottiene un rendimento inferiore di un prodotto simile ma con un costo più basso, l’ETF.

In conclusione quindi Il fondo Eurizon Azioni Internazionali:

  • ha una gestione inefficiente, non riesce infatti a battere il suo benchmark di riferimento e quindi sottoperforma l’ETF che replica l’indice MSCI World
  • ha costi molto elevati, 9-10 volte superiori all’ETF, che diminuiscono il rendimento nel tempo

Athena SCF quindi non approva Eurizon Azioni Internazionali.

Anche se ha ottenuto dei rendimenti positivi nel tempo non riesce a stare al passo col suo omonimo ETF.

Sul mercato hai potuto riscontrare che ci sono alternative migliori e a basso costo.

Se non sei soddisfatto dei tuoi investimenti con la banca e vuoi cambiare il tuo modo di investire puoi passare alla consulenza finanziaria indipendente.

Noi di Athena SCF offriamo tra i nostri servizi il check-up di portafoglio grazie al quale analizziamo il tuo portafoglio di investimento che hai con la banca evidenziando le criticità che lo affliggono come gestione inefficiente, costi elevati, conflitto di interesse.

Prenotalo ora cliccando qui.

Come vendere Eurizon Azioni Internazionali

Il fondo Eurizon Azioni Internazionali, come già visto in precedenza, si può vendere senza dover pagare dei costi di uscita.

Quando si decide di vendere sorgono due scenari:

  • vendo in positivo: genero una plusvalenza su cui pagherò il 26% di imposte quindi se ho generato una plusvalenza di 1.000€ dovrò pagare 260€ di imposte, di conseguenza il mio guadagno netto ammonta a 740€
  • vendo in negativo: genero una minusvalenza che finirà nello zainetto fiscale e sarà compensabile nell’anno in corso e nei 4 anni successivi. Per recuperare una minusvalenza devo utilizzare plusvalenze generate da redditi diversi come per esempio da azioni, certificati di investimento (in parte), ETC, ETN, titoli di stato a tasso fisso 0% (in parte),.. Non potrai usare quindi le plusvalenze generate da altri fondi comuni di investimento per recuperare la perdita.

Noi di Athena SCF aiutiamo i nostri clienti a recuperare le perdite in portafoglio quindi se anche tu hai delle minusvalenze nello zainetto fiscale possiamo creare una strategia di recupero fiscale personalizzata.

N.B. il fondo Eurizon Azioni Internazionali ha un periodo di detenzione raccomandato di 5 anni. Ovviamente si può vendere in anticipo senza nessun costo di uscita: “il rimborso delle quote del Fondo può essere richiesto in qualsiasi momento senza dover fornire alcun preavviso”.

Condividi:

Rimani sempre aggiornato

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

consulenza finanziaria indipendente Athena SCF