Cosa fa un consulente finanziario indipendente in un giorno

Scopri cosa fa un consulente finanziario indipendente in un giorno e quale è la sua giornata tipo durante la settimana di lavoro
Tempo di lettura: 4 minuti

Cosa fa un consulente finanziario indipendente ogni giorno della settimana?

Qual’ è la giornata tipo di un consulente finanziario autonomo?

In questo articolo vado a rispondere a queste domande portando la mia esperienza personale.

Premessa, io lavoro come consulente finanziario indipendente per una società di consulenza finanziaria quindi il mio lavoro potrebbe differire leggermente da quello di un consulente finanziario che lavora da solo.

La giornata tipo di un consulente finanziario indipendente

Il consulente finanziario indipendente è un libero professionista quindi l’organizzazione del tempo è fondamentale, in quanto non si ha nessun nessun datore di lavoro a cui obbedire e nessun cartellino da timbrare.

Personalmente segue l’orario di ufficio standard circa: 9-13 e 14-18 dal lunedì al venerdì anche se ho la possibilità di lavorare in qualsiasi giorno e orario.

Spesso lavoro anche sabato mattina per permettere ai clienti, impossibilitati durante la settimana, di effettuare la consulenza finanziaria.

La giornata di un consulente finanziario è suddivisa principalmente in due parti:

La prima parte è suddivisa in:

  • attività amministrativa
  • creazione di contenuti
  • formazione
  • call aziendale

La seconda parte è suddivisa in:

  • consulenza finanziarie con i clienti
  • gestione del cliente back-end
  • ricerca di potenziali clienti

Solitamente alterno le consulenze la mattina e il pomeriggio per permettere ai clienti di prenotarsi in diverse fasce orarie.

Per semplificare l’articolo però parlerò di mattina e di pomeriggio come parti della giornata ben definite.

Cerchiamo di analizzare tutte le voci nel dettaglio.

La mattina del consulente finanziario

La mattina di lavoro inizia solitamente verso le 9 e la prima ora è dedicata all’attività amministrativa:

  • rispondere alle mail
  • rispondere ai commenti sui social
  • controllare le notizie economico-finanziarie e l’andamento dei mercati del giorno precedente (notizie macroeconomiche, investimenti tradizionali e crypto)

Dalle 10 (dopo la doverosa pausa caffè) alle 13 mi dedico ad una o più di queste attività:

La prima attività è la creazione di contenuti che ritengo imprescindibile per chi fa la nostra professione sia perché è importante dare valore alla propria community, ai clienti e potenziali clienti sia perchè è un ottimo metodo per imparare.

I contenuti possono essere creati in vari formati: testo, video e audio e pubblicati/condivisi su molteplici social network: blog, youtube, spotify, instagram, linkedin,..

La seconda attività è la formazione che può essere erogata sotto forma di video, webinar, corsi di aggiornamento, libri,..

Il consulente finanziario deve essere in costante aggiornamento quindi è importantissimo rimanere informati sui mercati finanziari e sui migliori strumenti finanziari del momento.

La terza attività è caratterizzata dalle call aziendali che solitamente hanno cadenza bi-settimanale.

Le call aziendali della società di consulenza finanziaria possono riguardare tutto il team, solo i consulenti finanziari oppure il reparto social media e marketing.

Il pomeriggio del consulente finanziario

Il pomeriggio del consulente finanziario non ha un inizio preciso infatti dipende dalla volontà o meno del professionista di allenarsi in pausa pranzo oppure alla sera.

Essendo una professione particolarmente sedentaria è bene mantenersi in forma allendosi costantemente o facendo delle passeggiate all’aria aperta.

Personalmente prediligo allenarmi la sera quindi la mia pausa pranzo può durare circa 1 ora o 1 ora e trenta.

Alle 14-14.30 circa si ri-inizia a lavorare e ci si dedica totalmente ai clienti e potenziali clienti.

Le consulenze finanziarie possono essere di varia natura:

  • check-up di portafoglio, dove viene analizzato il portafoglio del cliente già in essere valutandone la bontà, i costi e i rendimenti;
  • consulenza finanziaria strategica, dove viene fatta la pianificazione finanziaria del cliente attraverso l’analisi del suo profilo di rischio, orizzonte temporale e obiettivi di investimento;
  • consulenza finanziaria operativa, si passa all’azione e si vanno a comprare gli strumenti finanziari supportando il cliente nella fase di acquisto (preciso senza mai entrate in contatto diretto con il suo patrimonio);
  • consulenza burocratica, che consiste nel compilare il contratto di consulenza, il questionario MIFID, fare l’identificazione e la firma dei documenti.

Il 90% di queste consulenze viene svolta a distanza tramite videochiamata, questo metodo semplifica il lavoro al consulente e anche al cliente perché non si perde tempo inutile e permette di svolgere le consulenze con clienti di tutta Italia e non solo.

Se non mi occupo di effettuare le consulenze finanziarie, dedico il tempo a preparare quelle che sono prenotate nei giorni successivi.

Infatti il lavoro in back-end, anche se non sembra. è elevato e può riguardare:

  • creazione dell’anagrafica del cliente
  • invio di report e raccomandazioni di acquisto
  • analisi di portafoglio di potenziali clienti
  • creazioni dei portafogli personalizzati dei clienti

A fine giornata prima di staccare verso le 18-19 mi dedico alla ricerca di nuovi clienti principalmente andando ad analizzare ciò che è uscito o deve uscire sui vari social.

Per esempio, anche grazie al team di supporto, pubblico un articolo sul blog o un video su youtube, condivido un podcast su spotify o un carosello su instagram, ricerco nuovi potenziali clienti mandando richieste a persone target su linkedin.

Cosa non fa un consulente finanziario indipendente

Dopo che abbiamo visto che cosa fa un consulente finanziario indipendente in una giornata tipo cerchiamo di capire che cosa non fa.

Il consulente finanziario autonomo non opera sotto le dipendenze di banche, assicurazioni o altri intermediari quindi non ti venderà mai un prodotto sul quale può guadagnare una commissione.

Inoltre non ha accesso al patrimonio del cliente quindi fornirà solamente le indicazioni di investimento ma non è tenuto a detenere la liquidità o gli investimenti del cliente come fa una banca.

Conclusioni

La professione del consulente finanziario indipendente, come avrai capito, è molto dinamica.

Essendo una libera professione ti permette di gestire il tuo tempo in maniera molto libera dedicando il focus sul lavoro nelle parti della giornata che preferisci o che meglio si sposano con le disponibilità dei clienti.

La ricerca di potenziali clienti, la gestione dei clienti, la creazione dei contenuti online e la formazione sono i quattro aspetti principali di questa professione.

Se anche tu vuoi diventare un consulente finanziario indipendente scopri i nostri servizi dedicati:

Condividi:

Rimani sempre aggiornato

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

consulenza finanziaria indipendente Athena SCF