Investire in criptovalute con ETF: si o no?

Vuoi anche tu investire in criptovalute e vorresti farlo attraverso ETF? In questo articolo ti spiego tutti i pro e contro dello strumento!

Investire in criptovalute fa ormai parte anche del mercato finanziario tradizionale.

I maggiori emittenti mondiali si sono interessati a questo mercato permettendo ad istituzionali e retail di investirci tramite gli ETF.

Attraverso questo articolo ti propongo un overview sui principali ETF che ti permettono di investire in criptovalute, in particolare con focus in Bitcoin ed Ethereum.

Ma non solo, ti elencherò anche tutti i pro e i contro di questo strumento così da farti avere tutte e informazioni che ti servono per compiere delle scelte intelligenti!

ETF in breve

Gli ETF, il cui acronimo sta per Exchange Traded Fund, sono una particolare categoria di fondi d’investimento quotata su mercati regolamentati che si caratterizza per essere completamente a replica passiva.

Essi sono dei fondi d’investimento a gestione passiva.

Quest’ultima, chiamata anche gestione indicizzata, si caratterizza per il fatto che il gestore persegue un asset allocation tale da replicare il più fedelmente possibile il benchmark di riferimento, ad esempio un indice di mercato. 

Il benchmark può essere definito come il “parametro guida” con cui confrontare la propria performance. Ad esempio, il Portfolio Manager incaricato di replicare un determinato indice, avrà come obiettivo quello di effettuare la stessa performance dell’indice di riferimento (al netto dei costi di commissione).

Accanto ad essi, troviamo gli ETC, Exchange Traded Commodities, che rappresentano degli strumenti finanziari che vengono emessi da una società veicolo a fronte dell’investimento diretto dell’emittente nel sottostante, in genere costituito da una o più materie prime.

Oppure, della stessa famiglia degli ETF rientrano gli ETN.

Gli Exchange Traded Notes (ETN), secondo la definizione di Borsa Italiana, sono strumenti finanziari emessi a fronte dell’investimento diretto dell’emittente nel sottostante (diverso dalle commodities) o in contratti derivati sul medesimo.

Il prezzo degli ETN è, pertanto, legato direttamente o indirettamente all’andamento del sottostante.

Investire in criptovalute con ETF

Attualmente, le criptovalute vengono scambiate attraverso molteplici piattaforme online, grazie alle quali è possibile acquistare Bitcoin, Ethereum e centinaia di altre valute digitali.

Nel corso degli ultimi anni però, l’attenzione da parte di banche ed hedge funds è aumentata, tant’è che si sono sviluppati diversi ETF, ETC ed ETN con replica fisica, sia di Bitcoin che di molte altre criptovalute.

Infatti, potrai trovare anche strumenti che replicano l’andamento di Ethereum, Solana, Ripple, Litecoin, Polygon, Solana e tantissimi altri!

Ad esempio, WisdomTree, tramite l’ETN WisdomTree Bitcoin ad accumulazione, permette la replica fisica dell’andamento di Bitcoin con un TER pari allo 0,95%.

Dalla tabella sottostante potrai apprendere le informazioni più rilevanti rispetto al fondo, come ad esempio la dimensione, il tipo di replica, la strategia e la struttura legale, ma anche la valuta, il costo annuo e la politica di distribuzione!

Investire in criptovalute
Investire in criptovalute: WisdomTree Bitcoin. Fonte: JustETF

Oppure, nel caso si sia interessati ad investire in altre criptovalute, non manca di certo Ethereum.

Infatti, il fondo VanEck Ethereum ETN investe unicamente in tale criptovaluta.

Di seguito puoi trovare le caratteristiche fondamentali del fondo.

Investire in criptovalute
Investire in criptovalute: VanEck Ethereum ETN.

Non solo criptovalute!

Alcuni ETF sulla Blockchain forniscono un’opportunità per investire in aziende che si occupano di infrastrutture, processi e tecnologie relazionate con la tecnologia blockchain.

Ad esempio, il fondo di Invesco CoinShares Global Blockchain UCITS ETF, offre la possibilità di investire in società collegate alla tecnologia blockchain da circa 2 anni.

Di seguito, le caratteristiche principali del fondo.

Investire in criptovalute
Investire in criptovalute: CoinShares Global Blockchain UCITS ETF

Inoltre, ad Aprile 2022 è stato lanciato il primo ETP (Exchange Traded Product, che ha le stesse caratteristiche di un ETF) composto esclusivamente da oro e Bitcoin, il 21Shares Bytetree BOLD ETP.

Esso è un fondo a replica fisica, composto dall’85% da oro e dal 15% da Bitcoin (riponderato mensilmente), con l’obiettivo di fungere da protezione nei confronti dell’inflazione.

Investire in criptovalute con gli ETF: pro e contro!

Gli ETF sono ormai strumenti molto gettonati dalla stragrande maggioranza degli investitori perché permettono in maniera molto semplice di avere in portafoglio moltissime azioni senza grossi sforzi.

Ma sono uno strumento adatto per investire in criptovalute?

Uno dei vantaggi è sicuramente quello Fiscale.

Infatti, essendo strumenti quotati regolarmente, se il vostro broker è in regime amministrato, la tassazione sulle plusvalenze avviene in via automatica.

Oppure, essendo gli ETC o ETN “reddito diverso”possono essere utilizzate per compensare minusvalenze pregresse in caso di regime dichiarativo.

Gli svantaggi sono invece maggiori, e fanno riferimento principalmente al costo elevato e alla bassa liquidità del fondo.

Con riferimento al costo elevato dello strumento, i due ETN proposti hanno infatti un TER (Total Expense Ratio) rispettivamente dello 0,95% e del 1%, valori molto elevati se si considera che l’ETF si iShares che investe sullo S&P500 ha un TER pari allo 0,07% annuo.

Ma alcuni ETC o ETN arrivano anche al 2,5% di TER!

Inoltre, gli strumenti proposti hanno un problema di liquidità non da sottovalutare.

Il primo proposto per Bitcoin ha una dimensione di 120 milioni (pur essendo tra i più grandi), mentre quello di Ethereum solo 40 milioni.

Cifre irrisorie se confrontate con le decine di miliardi che caratterizzano alcuni degli ETF sull’S&P500.

Il fatto che lo strumento sia poco liquido comporta il rischio che gli scambi giornalieri possano essere limitati con difficoltà nell’incontro tra domanda ed offerta, con la conseguenza per te non riuscire ad acquistare o vendere l’ETF a quel determinato prezzo.

Di conseguenza, avvalersi di strumenti altamente liquidi è una condizione necessaria per investire in maniera efficiente e profittevole.

Le nostre conclusioni

L’investimento in Bitcoin o in altre criptovalute mediante ETN è svantaggioso per via dell’elevato costo e dell’illiquidità.

Qualora volessiacquistare una data criptovaluta sarebbe sicuramente più efficiente e meno costoso prediligere l’acquisto diretto per mezzo di un exchange autorizzato, per poi spostare le tue monete in un cosiddetto cold wallet.

Discorso differente può essere fatto per il fondo Invesco CoinShares Global Blockchain UCITS ETF, il quale ha un livello di liquidità molto più elevato ed un TER più contenuto.

Il team Athena SCF è altamente specializzato nel tema delle criptovalute, con professionisti in grado di seguirti passo dopo passo nei tuoi acquisti di criptovalute.

Prenota subito una consulenza personalizzata, clicca qui per saperne di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

consulenza finanziaria indipendente Athena SCF
consulenza finanziaria indipendente Athena SCF