Assicurazione Casa: cosa copre? perché dovrebbe essere obbligatoria?

Cosa copre l'assicurazione sulla casa? Quanto costa? Cosa fare in caso di sinistro? Come risparmiare? Tutto ciò che devi sapere sulla polizza abitazione
Tempo di lettura: 8 minuti

La metà degli Italiani ha un’assicurazione sulla casa.

L’assicurazione casa che copre il rischio contro gli incendi in Italia è pari esattamente al 52% nel 2022.

I dati sono in costante crescita infatti si è passati dal 46% nel 2019, al 48% nel 2020 e al 50% nel 2021.

Il trend è in crescita però sulle polizza monorischio (solo incendio) mentre le polizze multirischio sono di segno opposto.

Le polizze monorischio sono passate dal 29,8% del 2020 al 39,4% del 2022 mentre le polizze multirischio dal 58,2% al 49,4%.

Il dato precedente veniva calcolato sulla media di questi dati che erano a loro volta riferiti ad una media nazionale.

L’ANIA (associazione nazionale fra le imprese assicuratrici) ha riportato altri dati interessanti sull’assicurazione della casa.

Il 20% delle polizze assicurate derivano dalla stipula di un mutuo e di conseguenza sono obbligatorie.

Infatti in Italia è presente solo una copertura obbligatoria per legge quando si contrae un mutuo per l’acquisto dell’immobile, si tratta della copertura scoppio e incendio .

Essendo infatti l’ipoteca sull’immobile l’unica vera garanzia a disposizione della banca che eroga il finanziamento, l’obiettivo è assicurarsi che sia preservato il valore del bene in garanzia.

Questi dati statistici non sono però positivi come sembrano, infatti il 50% rimane scoperto e non ha per l’appunto un’assicurazione sulla casa.

Questo articolo è rivolto a coloro che sono scettici sullo stipulare una polizza sulla casa e a chi ha un’assicurazione abitativa ma non ha mai capito quali sono le coperture presenti in essa.

Infatti analizzerò le coperture principali da cui si può proteggersi grazie all’assicurazione sulla casa.

Se vuoi ricevere supporto mi raccomando non esitare a contattarci.

Che cos’è l’assicurazione sulla casa?

assicurazione casa

L’assicurazione sulla casa ha lo scopo di tutelare da molteplici rischi l’edificio in cui si abita, la singola abitazione, i beni in essa contenuti, le persone e gli animali domestici che la abitano.

In questo articolo ci focalizzeremo sulla polizza multirischio sulla singola abitazione quindi non tratteremo l’assicurazione globale fabbricati, spesso usata nei condomini.

L’obiettivo primario della polizza abitazione è quello di tutelare il proprio patrimonio da quei rischi che in caso avvenissero eroderebbero il nostro capitale.

Ti faccio un esempio.

Se dalla tua cucina scoppiasse un incendio che mandasse a fuoco tutta la zona cottura, i mobili limitrofi e rovinasse anche il muro, saresti in grado di coprire migliaia di euro di danni?

Questo era un esempio abbastanza contenuto ma ci sono situazioni come incendi, grandini e altre catastrofi che possono causare danni molto più ingenti capaci anche di azzerare il patrimonio.

Quali forme di polizze abitative esistono?

Prima di iniziare a parlare di coperture è fondamentale spiegare nel dettaglio alcuni concetti imprescindibili quando si parla di polizza abitazione come fabbricato, contenuto, franchigia,..

Il fabbricato rappresenta l’immobile comprensivo di opere murarie e finiture, serramenti, porte, finestre, impiante, tinteggiature, rivestimenti murali, pavimenti, moquette.

Il contenuto è invece formato da mobili, arredamento, quadri e opere d’arte, collezioni, argenteria, elettrodomestici, apparecchi elettrici. Oltre a ciò sono compresi i vestiti, pellicce, libri, gioielli, preziosi,..

La copertura della polizza si estende anche alle pertinenze esempio il garage fino al 10% della superficie complessiva assicurata, se superano questo limite vanno indicate separatamente in polizza.

Quando si stipula la polizza bisogna scegliere tra copertura a:

  • valore intero, copre l’intero valore dei beni contenuti nella casa, con una tolleranza del 10/20% altrimenti il risarcimento sarà proporzionato al valore assicurato;
  • primo rischio assoluto, copre il danno fino al massimale concordato senza l’applicazione della regola proporzionale.

La regola proporzionale funziona nel seguente modo: se il valore a nuovo del bene è di 200.000€ e la somma assicurato al momento del sinistro è di 100.000€ quindi il 50%, nel caso di un danno pari a 50.000€, l’assicurazione risarcirà solamente 25.000€, cioè il 50%.

Nota bene di assicurare il valore di ricostruzione.

Le alte voci da considerare soprattutto per le coperture secondarie sono:

  • limite dell’indennizzo, massima somma che viene risarcita al verificarsi del danno per ogni tipologia di copertura indipendentemente dal massimale;
  • franchigia, parte del danno espressa in cifra fissa a carico dell’assicurato;
  • scoperto, parte del danno espressa in % a carico dell’assicurato.

Attento a non confondere franchigia con scoperto, ti mostro il perchè.

Esempio 1: Il danno derivante da fenomeno elettrico mi ha causato un danno di 1.000€.

Il limite di indennizzo è di 2.000€.

La franchigia è di 300€ mentre lo scoperto è del 20%.

Ad entrare in gioco sarà il valore più alto, in questo caso la franchigia perchè pari a 300€ rispetto ai 200€ (il 20% di 1000€) dello scoperto.

Esempio 2: Il danno derivante da fenomeno elettrico mi ha causato un danno di 2.000€.

Limite, franchigia e scoperto uguali a prima.

Ad entrare in gioco sarà il valore più alto, in questo caso lo scoperto pari a 400€ (il 20% di 2.000€) rispetto ai 300€ della franchigia.

Tali voci possono essere modificate nel contratto assicurativo devi però tenere in considerazione il costo beneficio derivante da esso.

Quali danni copre l’assicurazione sulla casa?

assicurazione casa

L’assicurazione sulla casa può coprire i danni materiali e diretti alle cose causate dai seguenti eventi:

  • incendio, dove sono compresi anche i danni arrecati per fermare la sua propagazione dalle autorità, dall’assicurato o da terzi;
  • esplosione e scoppio, anche se causati all’esterno del fabbricato;
  • fulmine, esclusi i danni elettrici ad apparecchi ed impianti elettrici ed elettronici;
  • fenomeni elettrici, causati da scariche, correnti o altri fenomeni elettrici compresa l’azione del fulmine e dell’elettricità atmosferica;
  • acqua condotta, causata da fuoriuscita d’acqua condotta a seguito della rottura accidentale degli impianti idrici, igienico-sanitari, di riscaldamento o di condizionamento,..per esempio copre i danni causati dalla rottura della lavatrice che comporta lo spargimento d’acqua e il danneggiamento ai mobili circostanti, all’elettrodomestico stesso e alle tubature interne al muro che obbligano la fuoriuscita di un professionista quale muratore e/o idraulico (di solito prevede una clausola a parte con voce “spese di ricerca e riparazione acqua condotta” e “fuoriuscita d’acqua da apparecchi domestici”, la stessa copertura può essere fatta per la fuoriuscita di gas);
  • eventi sociopolitici, come scioperi, tumulti popolari, sommosse, atti di terrorismo o si sabotaggio;
  • eventi atmosferici, come tromba d’aria, uragano, bufera, tempesta, vento, grandine e tutto ciò trascinato o fatto crollare da essi (solitamente vetrate, pannelli solari ed installazioni esterne sono escluse e vanno coperti a parte).

Eventi che richiedono una copertura soggettiva in base alla propria zona di interesse:

  • sovraccarico di neve;
  • eventi catastrofali, come terremoto, alluvione, inondazione, allagamento e bombe d’acqua.

Una copertura indispensabile invece è la responsabilità civile verso terzi che protegge da danni che causano morte, lesioni personali e danni a cose involontariamente causati a terzi in conseguenza di un fatto accidentale verificatosi in relazione alla proprietà dell’abitazione assicurata.

Un esempio può essere la caduta di un vaso dal balcone di casa che colpisce l’auto del vicino oppure sfortunatamente lo stesso vicino oppure la propagazione di un incendio dalla propria cucina che compromette la stanza adiacente dell’immobile del vicino.

Proteggersi soprattutto da danni fatti a persone altrui è molto importante perché un conto è risarcire se stessi un altro risarcire gli altri, fidati che è molto più complicato di quanto sembra e l’esborso monetario sarà sicuramente maggiore.

L’assicurazione su una casa isolata infatti avrà un prezzo inferiore di un appartamento al centro di un condominio di pari metratura e qualità in quanto non ci sono vicini a cui recare danno attorno ad essi.

Le coperture disponibili in un’assicurazione sulla casa sono ancora molte e vanno a proteggere eventuali danni causati da una pluralità di eventi, per citarne alcuni:

  • indennità sull’impianto fotovoltaico;
  • assicurazione sul giardino;
  • rottura accidentale di lastre e specchi;
  • perdita dei canoni di locazione;
  • agevolazione in presenza di altra polizza sull’immobile connessa ad un mutuo;
  • assicurazione sugli animali domestici come cane e gatto.

Prima di stipulare il contratto è giusto leggere attentamenti le condizioni di polizza nel quale sono presenti tutti i limiti di copertura e tutte le esclusioni.

Cosa fare in caso di sinistro?

In caso di sinistro l’assicurato o il contraente devono:

  • fare tutto il possibile per impedire o limitare il danno e salvaguardare le cose rimaste;
  • avvisare la compagnia assicurativa con cui si è stipulato la polizza entro 3 giorni da quando ne hai avuto conoscenza;
  • nella denuncia specificare in forma scritta le circostanze dell’accaduto e l’importo approssimativo del danno, l’elenco dei beni danneggiati e il loro valore;
  • in caso di furto avvertire anche le autorità competenti;
  • dimostrare la buona fede sul danno subito;
  • conservare fino al sopralluogo del perito ogni eventuale traccia del sinistro, il quale si occuperà di valutare il danno e di calcolare l’ammontare del risarcimento suddiviso per ogni singola partita indicata nella specifica sezione di polizza;
  • dopo che la compagnia riceverà tutta la documentazione necessaria per l’accertamento del diritto all’indennizzo e per la sua quantificazione, sarà possibile procedere al pagamento e alle comunicazioni di eventuali motivi per cui l’indennizzo non può essere pagato, queste attività verranno erogate entro 30 giorni. 

Una cosa molto importante è di non riparare il danno dopo la denuncia del sinistro e prima dell’arrivo del perito infatti tutte le riparazioni effettuate autonomamente tranne quelle di innegabile urgenza, non verranno risarcite.

Un esempio può essere lo scasso della porta di ingresso che comprometta la chiusura della propria abitazione o la rottura di una tubatura che potrebbe allagare casa, quindi tutto ciò che potrebbe aggravare ulteriormente il danno.

Tali interventi vanno dimostrati alla compagnia assicurativa anche con documentazione fotografica in cui viene specificato il tipo di riparazione, il suo costo e i pezzi sostituiti.

Ad ogni modo per non entrare nel panico è sempre bene contattare l’agenzia con la quale si è stipulato la polizza, in questo modo l’agente assicurativo con cui avete firmato il contratto o un suo collega potrà aiutarvi nel processo di risarcimento.

Quanto costa l’assicurazione sulla casa?

Il costo di un’assicurazione sulla casa è molto variabile perchè dipende da:

  • metri quadri;
  • tipologia casa (appartamento, villa a schiera, villa isolata, piano dell’appartamento, villa non isolata,.);
  • contenuto da tutelare e quali coperture si includono;
  • valore dei beni da tutelare in caso di furto e rapina;
  • comune di residenza che influisce sui vari rischi naturali inerenti a quel territorio (se il mio paese è a rischio neve e inserisco la copertura sovraccarico neve mi costerà di più rispetto ai paesi dove non è presente tale rischio);
  • abitazioni vicine, quante e di che valore.

Difficile quindi quantificare un premio che possa andare bene per tutti.

Un premio ipotetico per un abitazione di 100mq con le coperture principali come incendio, esplosione e scoppio, fenomeni elettrici, acqua condotta e responsabilità civile verso terzi con 20.000€ di contenuto si aggira sui 200/250€ all’anno quindi 16/20€ al mese.

Se vuoi ricevere supporto prima di stipulare un’assicurazione sulla casa o prima di rinnovarla, non esitare a contattarci.

Come risparmiare sulla polizza abitazione?

La polizza abitazione può essere scontata con:

  • installazione dell’impianto di allarme per tutti i sinistri inerenti al furto (spesso reso disponibile dalla stessa compagnia con un sovraprezzo), per ottenere la copertura completa però il sistema di allarme deve rimanere sempre in funzione;
  • aumento delle franchigie e degli scoperti, da valutare molto attentamente;
  • stipulando una polizza online che sconsiglio vivamente soprattutto per assicurazioni importanti come quella sulla casa, le coperture saranno limitate e in caso di sinistro l’assistenza sarà peggiore, meglio affidarsi ad una compagnia assicurativa solida;
  • fotografare tutti i contenuti di valore presenti nella propria abitazione e se possibile farli valutare (per esempio tenere le ricevute di pagamento) come opere d’arte, apparecchi tecnologici, pellicce,..questo non è un reale sconto ma se si riesce a quantificare la loro presenza e il loro valore in caso di sinistro potrai dimostrare il tutto al perito;
  • valutare in modo corretto i massimali della propria abitazione cercando ne di sottostimarli ne di sovrastimarli, dare quindi una valutazione equa all’immobile e al contenuto.

Domande frequenti

Quali sono le altre assicurazioni da stipulare?

Le altre assicurazioni molto importanti per preservare il proprio patrimonio e proteggere la propria famiglia sono la TCM e la LTC, leggi l’approfondimento cliccando qui.

Cosa copre la polizza condominiale? Mi basta avere quella per essere assicurato su tutto? 

No perchè la polizza condominiale è una polizza globale fabbricati che non copre il contenuto dell’abitazione del singolo condomino. Le coperture riguardano i danni cagionati da parti comuni del fabbricato e i danni eventualmente provocati dalle proprietà esclusive dei condomini quindi incendio e responsabilità civile La polizza condominio è stipulata dall’amministratore di condominio quindi prima di stipulare la polizza abitazione personale è lecito informarsi su cosa copre quella condominiale per non creare sovrapposizione tra le due assicurazioni.

Posso usufruire di agevolazioni fiscali su tutta polizza abitazione?

No, l’assicurazione sulla casa è detraibile in misura del 19% sui premi pagati inerenti al rischio di eventi calamitosi. Per la detrazione non sono previsti limiti di spesa e si applica sia alle unità immobiliari che alle relative pertinenze.

Come posso disdire un’assicurazione sulla casa?

Per dare disdetta dell’assicurazione casa bisogna compilare un modulo da inviare alla compagnia assicurativa tramite raccomandata, mail o consegna di persona, in base a cosa è accettato, almeno 60 giorni prima della scadenza.

Condividi:

Rimani sempre aggiornato

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

consulenza finanziaria indipendente Athena SCF