Il passaggio generazionale del patrimonio familiare e aziendale

Il passaggio generazionale del patrimonio è un fenomeno giuridico, patrimoniale e fiscale complesso che ha l’obiettivo di tutelare il patrimonio famigliare e aziendale.

Il passaggio generazionale del patrimonio sta alla base di una corretta successione ereditaria.

Con questo primo articolo inizia la mia rubrica dedicata alle successioni, uno degli aspetti più sottovalutati da noi italiani.

Questa rubrica ti permetterà di rispondere a queste e a moltissime altre domande:

  • a chi finirà il mio patrimonio quando non ci sarà più?
  • posso decidere a chi lasciare i miei risparmi e i miei investimenti?
  • la successione è tassata?
  • come funziona veramente l’eredità?

Durante il corso della vita le persone hanno l’obiettivo di accumulare ricchezza sotto forma di attività reali, finanziarie ed imprenditoriali.

La Banca d’Italia ha stimato che l’Italia ha attività pari a 10.000 miliardi di euro ma solamente il 12,6% delle famiglie italiane ha stipulato una disposizione testamentaria.

Circa 8.700 miliardi quindi non sono regolati da quello che viene definito passaggio generazionale del patrimonio.

Questa rubrica ti permetterà di comprendere tutto ciò che riguarda la successione ereditaria.

Che cos’è il passaggio generazionale del patrimonio?

passaggio generazionale

Il passaggio generazionale del patrimonio è un fenomeno giuridico, patrimoniale e fiscale complesso che ha l’obiettivo di tutelare il patrimonio familiare e aziendale.

Gli elementi chiave fondamentali del passaggio generazionale del patrimonio sono:

  • la successione
  • il testamento
  • la donazione

Questi elementi chiave verranno spiegati nel dettaglio in articoli appositi, ora invece ci focalizzeremo su cosa significa patrimonio dal punto di vista del passaggio generazionale.

Senza questo preciso concetto non riusciremo a comprendere tutti i discorsi del caso.

Che cos’è il patrimonio successorio?

In diritto il patrimonio viene definito come l’insieme dei rapporti giuridici aventi contenuto economico che fanno a capo ad un soggetto giuridico.

In economia il patrimonio è definito invece come la ricchezza, espressa in termini monetari, a disposizione di un soggetto in un determinato istante.

In altre parole unendo queste due definizioni si può concludere che il patrimonio è:

l’insieme dei rapporti attivi e passivi, parte dei quali possono essere espressi in termini monetari, a cui si aggiunge il rischio, quantificabile come debiti, fideiussione (garanzia a titolo personale) oppure attività imprenditoriali.

 Il rischio non viene mai considerato ma è presente in tutti i patrimoni in varie forme per esempio a livello professionale, salutare, familiare,..

Bisogna quindi cercare di eliminarlo o almeno limitarlo tramite la prevenzione (assicurazioni) e la pianificazione (passaggio generazionale).

Abbiamo definito il patrimonio a livello generico, ora andiamo a rappresentarlo in ambito familiare e aziendale.

Il patrimonio familiare può essere formato da:

  • immobili residenziali e commerciali;
  • terreni agricoli ed edificabili;
  • investimenti finanziari e assicurativi;
  • beni di lusso, mobili, immateriali,…
  • ecc.

Il patrimonio aziendale può essere formato da:

  • immobili commerciali
  • terreni
  • avviamento
  • scorte di magazzino
  • impianti e macchinari
  • partecipazioni societarie
  • ecc.

Tutti i beni che cadano in successione vengono chiamati “asse”.

L’asse ereditario è formato sia dai crediti che dai debiti, quindi da tutte le attività e passività.

Solitamente il patrimonio familiare e aziendale viene accumulato durante il corso della vita per poter essere un giorno lasciato alle persone a noi care ma purtroppo il mondo reale è ben differente.

Se non si avvia una corretta pianificazione finanziaria si rischia di cadere vittima della legge e del fisco.

Come pianificare le proprie finanze?

Per pianificare le proprie finanze entra in nostro aiuto per l’appunto la pianificazione finanziaria.

La pianificazione finanziaria permette di:

  • ridurre le imposte successorie
  • evitare liti ereditarie
  • trasmettere l’azienda in modo integro e a chi vuole farla crescere con i patti di famiglia
  • decidere a chi lasciare il patrimonio con un testamento
  • proteggere i tuoi beni con il trust
  • designare dei beneficiari con le polizze vita

Se non si fa nulla di tutto ciò sarà la legge a decidere per noi, mentre se ci mettiamo in gioco prima possiamo rispondere anticipatamente a tutte queste domande:

  • vuoi evitare che i tuoi figli litigano per la tua eredità?
  • vuoi che i tuoi figli paghino meno imposte di successione?
  • vorresti che la tua azienda non fosse lasciata nel caos burocratico e familiare?

Per poter mettere in pratica una pianificazione finanziaria efficiente non dobbiamo solo imparare a risparmiare e ad investire ma è necessario impostare al meglio la nostra successione.

La successione sarà il tema del prossimo articolo della rubrica

Continua a leggere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

consulenza finanziaria indipendente Athena SCF
consulenza finanziaria indipendente Athena SCF