Mondiale in Qatar 2022: chi vincerà la coppa del mondo? Analisi economico finanziaria

Analisi economico finanziaria del mondiale di calcio di Qatar 2022. Valutazione di tutte le squadra e simulazione della coppa del mondo
Tempo di lettura: 7 minuti

Il mondiale in Qatar 2022 è il più costoso della storia, lo dicono i numeri con 220 miliardi di dollari spesi.

Il costo è stato di quattro volte e mezzo gli ultimi 8 mondiali messi insieme.

Ma dove sono finiti tutti questi soldi?

7 nuovi stadi, 1 nuovo aeroporto, 1 nuova metropolitana, 100 hotel (e che hotel), e persino una nuova città creata appositamente per la finale.

In questo articolo scopriremo tutto il mondo economico-finanziario dietro la coppa del mondo con curiosità e statistiche.

Quanto guadagna chi vince il mondiale?

Il montepremi del mondiale è di 440 milioni di dollari, che sarà distribuito in modo proporzionale tra le nazionali partecipanti premiando chi andrà più avanti nella competizione.

Ogni nazione percepirà 1,5 milioni ancora prima di iniziare per coprire i costi della preparazione.

Le squadre successivamente riceveranno:

  • 9 milioni se escono nella fase a gironi.
  • 13 milioni se escono agli ottavi di finale;
  • 17 milioni se escono ai quarti di finale;
  • 25 milioni per il 4° posto;
  • 27 milioni per il 3° posto;
  • 30 milioni per il 2° posto;
  • 42 milioni per il 1° posto.

Considerando gli 1,5 milioni iniziali, le squadre percepiranno da un minimo di 10,5 milioni ad un massimo di 43,5 milioni di dollari.

Quanto influenza la sede del mondiale sul risultato finale?

Il continente dove ha sede il mondiale ha una statistica quasi perfetta, c’è infatti un’elevata correlazione tra nazione ospitante e vincitrice.

Ad eccezione della coppa del mondo del 1958 vinta dal Brasile in Svezia e del 2014 vinta dalla Germania in Brasile, tutti gli altri mondiali sono stati vinti da squadre Europee quando si giocavano in Europa e da squadre Sudamericane quando si giovano in Sud America.

I 2 mondiali disputati invece in paesi terzi sono stati divisi al 50%, il mondiale in Sudafrica del 2010 è stato assegnato alla Spagna e il mondiale in Giappone e Corea del Sud del 2002 è stato assegnato al Brasile.

Analizzando queste statistiche quindi il mondiale in Qatar (non facente parte nè di Europa né di Sudamerica) sembrerebbe essere conteso in egual modo dalle squadre europee e sudamericane, nessuna squadra africana, asiatica o nord/centro americana ha infatti mai vinto un mondiale e neanche disputato una finale.

Esiste una correlazione mondiale e mercati finanziari?

Ora cerchiamo di analizzare, per quanto sia possibile, la correlazione tra mondiali e mercati finanziari.

L’indice MSCI World dal 1970 al 2022 ha visto nei 4 anni successivi alla vittoria della coppa un rendimento medio del 6,5%.

Il best off è stato conseguito dopo la vittoria della Spagna tra il 2010 e il 2014 con un +9% mentre la worse off è in mano alla Francia tra il 2018 e il 2022 con un misero +1%.

Mediamente la vittoria di una sudamericana ha portato l’indice MSCI World ha ottenere rendimenti maggiori rispetto a quando la vittoria è stata assegnata ad una squadra europea.

mondiali qatar 2022
Fonte: lpl research

Valutiamo ora l’andamento in borsa dei 4 anni successivi degli ultimi 5 vincitori:

  • Brasile: indice BOVESPA da luglio 2002 a giugno 2006 +38,34% annuo;
  • Italia: indice FTSE MIB da luglio 2006 a giugno 2010 -11,73%/annuo;
  • Spagna: indice IBEX da luglio 2010 a giugno 2014 +8,58%/annuo;
  • Germania: indice DAX da luglio 2014 a giugno 2018 +7,08%;
  • Francia: indice CAC da luglio 2018 a ottobre 2022 +3,65%.

Il rendimento medio di borsa della squadra vincitrice uscente nei successivi 4 anni è stato del 9,18% quindi al di sopra dell’indice MSCI World.

Analisi economico-finanziaria dei gironi di Qatar 2022

Valutiamo ora tutte le squadre in termini economico-finanziari legate ai paesi e alle squadre partecipanti girone per girone.

I dati economici sono stati presi da World Bank mentre i dati calcistici da Trasfermarket.

GIRONE A

Prima apparizione per il Qatar ad un mondiale, ci è entrata di diritto visto che è la nazione ospitante.

Si affronteranno il paese più ricco e il paese più povero, Qatar e Senegal.

QATAR

  • 85.300$ PIL pro capite
  • 2.500.000 abitanti
  • 12,9% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 50° nel ranking fifa
  • 14,90 milioni valore della squadra

EQUADOR

  • 10.300$ PIL pro capite
  • 17.300.000 abitanti
  • /
  • 44° nel ranking fifa
  • 145,70 milioni valore della squadra

SENEGAL

  • 3.300$ PIL pro capite
  • 16.500.000 abitanti
  • /
  • 18° nel ranking fifa
  • 288 milioni valore della squadra

OLANDA

  • 54.200$ PIL pro capite
  • 17.400.000 abitanti
  • 5% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 8° nel ranking fifa
  • 587 milioni valore della squadra

GIRONE B

Girone British con Inghilterra, Galles e USA che lottano per il passaggio del turno in un girone molto ferrato con la media ranking più bassa di tutti.

INGHILTERRA

  • 41.600$ PIL pro capite
  • 56.000.000 abitanti
  • 0,80% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 5° nel ranking fifa
  • 1.260 milioni valore della squadra

IRAN

  • 12.400$ PIL pro capite
  • 86.700.000
  • /
  • 20° nel ranking fifa
  • 59,70 milioni valore della squadra

USA

  • 60.200$ PIL pro capite
  • 332.900.000 abitanti
  • 10,20% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 16° nel ranking fifa
  • 277 milioni valore della squadra

GALLES

  • 41.600$ PIL pro capite
  • 3.100.000
  • 0,80% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 19° nel ranking fifa
  • 160 milioni valore della squadra

GIRONE C

Unico gruppo dove tutte le squadre hanno un loro ETF che segue i mercati locali.

ARGENTINA

  • 19.700$ PIL pro capite
  • 46.200.000 abitanti
  • -0,10% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 3° nel ranking fifa
  • 633 milioni valore della squadra

ARABIA SAUDITA

  • 44.300$ PIL pro capite
  • 35.300.000 abitanti
  • 12,70% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 51° nel ranking fifa
  • 25,40 milioni valore della squadra

MESSICO

  • 17.900$ PIL pro capite
  • 131.500.000 abitanti
  • 3,20% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 13° nel ranking fifa
  • 176 milioni valore della squadra

POLONIA

  • 32.200$ PIL pro capite
  • 38.100.000 abitanti
  • -10,30% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 26° nel ranking fifa
  • 255 milioni valore della squadra

GIRONE D

La Francia riuscirà a ripetersi per due edizioni consecutive?

Il girone con il PIL pro capite medio più alto.

FRANCIA

  • 42.000$ PIL pro capite
  • 68.300.000 abitanti
  • +3,60% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 4° nel ranking fifa
  • 1.030 milioni valore della squadra

AUSTRALIA

  • 48.700$ PIL pro capite
  • 26.100.000 abitanti
  • 3,90% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 38° nel ranking fifa
  • 38,40 milioni valore della squadra

DANIMARCA

  • 55.900$ PIL pro capite
  • 5.900.000 abitanti
  • 8,60% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 10° nel ranking fifa
  • 353 milioni valore della squadra

TUNISIA

  • 9.700$ PIL pro capite
  • 11.900.000 abitanti
  • /
  • 30° nel ranking fifa
  • 62,40 milioni valore della squadra

GIRONE E

Girone con il valore di rosa complessivo più alto in assoluto grazie a Spagna e Germania che alzano di molto i cartellini dei giocatori.

SPAGNA

  • 36.200$ PIL pro capite
  • 48.600.000 abitanti
  • -3,70% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 7° nel ranking fifa
  • 902 milioni valore della squadra

COSTA RICA

  • 19.700$ PIL pro capite
  • 5.200.000 abitanti
  • /
  • 31° nel ranking fifa
  • 18,70 milioni valore della squadra

GERMANIA

  • 50.900$ PIL pro capite
  • 79.800.000 abitanti
  • -3,50% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 11° nel ranking fifa
  • 888 milioni valore della squadra

GIAPPONE

  • 41.400$ PIL pro capite
  • 124.500.000 abitanti
  • -0,30% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 24° nel ranking fifa
  • 154 milioni valore della squadra

GIRONE F

Il girone della rivincita con Belgio e Croazia che sono tra le finaliste delle ultime edizioni.

BELGIO

  • 48.200$ PIL pro capite
  • 11.900.000 abitanti
  • -1,80% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 2° nel ranking fifa
  • 563 milioni valore della squadra

CANADA

  • 45.000$ PIL pro capite
  • 38.300.000 abitanti
  • 5,60% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 41° nel ranking fifa
  • 187 milioni valore della squadra

MAROCCO

  • 6.900$ PIL pro capite
  • 36.200.000 abitanti
  • /
  • 22° nel ranking fifa
  • 251 milioni valore della squadra

CROAZIA

  • 26.500$ PIL pro capite
  • 4.200.000 abitanti
  • /
  • 12° nel ranking fifa
  • 377 milioni valore della squadra

GIRONE G

Il girone G presenta la combinazione di squadre con il maggior numero di presenze nella fase finale di un mondiale.

BRASILE

  • 14.100$ PIL pro capite
  • 214.600.000 abitanti
  • -1,30% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 1° nel ranking fifa
  • 1.140 milioni valore della squadra

SERBIA

  • 18.200$ PIL pro capite
  • 6.900.000 abitanti
  • /
  • 21° nel ranking fifa
  • 359 milioni valore della squadra

SVIZZERA

  • 68.400$ PIL pro capite
  • 8.500.000 abitanti
  • 6,20% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 15° nel ranking fifa
  • 281 milioni valore della squadra

CAMERUN

  • 3.600$ PIL pro capite
  • 29.300.000 abitanti
  • /
  • 43° nel ranking fifa
  • 155 milioni valore della squadra

GIRONE H

Il girone H è il gruppo con il PIL pro capite medio più basso in assoluto con soli 25.000$.

PORTOGALLO

  • 32.200$ PIL pro capite
  • 10.300.000 abitanti
  • -0,10% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 9° nel ranking fifa
  • 937 milioni valore della squadra

GHANA

  • 5.300$ PIL pro capite
  • 31.000.000 abitanti
  • /
  • 61° nel ranking fifa
  • 217 milioni valore della squadra

URUGUAY

  • 21.600$ PIL pro capite
  • 3.400.000 abitanti
  • /
  • 14° nel ranking fifa
  • 449 milioni valore della squadra

COREA DEL SUD

  • 42.300$ PIL pro capite
  • 51.900.000 abitanti
  • -3,00% rendimento medio annualizzato ultimi 5 anni
  • 28° nel ranking fifa
  • 164 milioni valore della squadra

Ho simulato il mondiale: chi vincerà?

Dopo aver valutato tutti i giorni ho dato spazio all’immaginazione e ho attribuito un punteggio per capire il valore di ogni singola squadra

Ho diviso il valore della rosa per il numero di abitanti di un paese (quantificando il potenziale nascente di ogni nazionale a livello calcistico) e dividendo ulteriormente tale valore per il numero del ranking (valutando quindi il valore attuale di ogni squadra).

La formula che ho usato è la seguente:

PUNTEGGIO = VALORE DELLA SQUADRA / ABITANTI / RANKING

Ho fatto una simulazione e queste sono le due squadre per ogni girone che hanno ottenuto il punteggio più alto (le squadre che passano agli ottavi di finale sono due per ogni girone):

  • gruppo A: Olanda e Senegal
  • gruppo B: Inghilterra e Galles
  • gruppo C: Argentina e Polonia
  • gruppo D: Danimarca e Francia
  • gruppo E: Spagna e Germania
  • gruppo F: Belgio e Croazia
  • gruppo E: Brasile e Serbia
  • gruppo H: Portogallo e Uruguay

La squadra che ha ottenuto il punteggio più alto e che quindi dovrebbe vincere il mondiale è il Belgio che ha battuto in finale l’Uruguay.

Terzo e quarto posto invece per Argentina e Danimarca, partita che vede andare sul podio la squadra danese.

Qui di seguito tutta la simulazione sul tabellone.

tabellone mondiali qatar 2022

Ma quindi è possibile prevedere le partite di calcio?

Mi piacerebbe aver trovato la formula magica per pronosticare in maniera corretta la vincitrice del mondiale in Qatar ma purtroppo non è così.

Il mio calcolo si basa solo su dati statistici che ho scelto in base ad una mia personale gestione attiva.

Ho infatti tenuto in considerazione solo il valore della rosa (cartellini dei giocatori), la popolazione totale della nazione e la posizione nel ranking Fifa.

Questo è una vera e propria scommessa quindi si cade nella cosiddetta speculazione.

Infatti le scommesse sportive, come le schedine sui pronostici delle partite di calcio, sono da considerarsi una forma speculativa e di conseguenza vanno ponderate come se fossero alla pari del trading.

Giocare in borsa come giocare sui siti di scommesse ha lo stesso fine, quello di provare ad ottenere guadagni facili in poco tempo.

Ma ti ricordo che vale sempre la bilancia del rapporto rischio/rendimento.

Qui il rischio è assoluto perché il rendimento potenziale è elevatissimo.

Mi raccomando quindi, speculazione ed investimento sono due cose completamente differenti.

La scommessa dovrebbe essere qualcosa di divertente legato alla caso, alla fortuna.

Tu investiresti i tuoi risparmi per divertimento affidandoti al caso?

La risposta è ovvia, certo che no.

Per questo motivo abbiamo scritto degli ebook gratuiti che puoi scaricare qui.

Diventa un investitore consapevole, scarica i nostri libri con un click.

Condividi:

Rimani sempre aggiornato

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

consulenza finanziaria indipendente Athena SCF